La forza (oscura) del dominio

La forza oscura del dominio del sito nel posizionamento sui motori di ricerca

La forza del dominio nel posizionamento

Se siete giunti a questo blog cercando “Motori di Ricerca” su Google e clickando sul 3° risultato della seconda pagina, mi sa proprio che vi devo delle scuse ..
Ho tutte le migliori intenzioni di creare una risorsa utile per chi è interessato alla visibilità sui motori, ma il tempo vola  in men che non si dica è passato più di un anno senza che scrivessi un post, ahime’.

Conscio di questo, quando stamattina ho cercato “motori di ricerca” su Google.it ( cose da SEO: “vediamo che esce..” 😉 ) mi sono stroppicciato gli occhi incredulo quando ho visto Non solo SEO” campeggiare in cima alla seconda pagina su Google, precedendo siti molto più autorevoli e meritevoli.

Come è possibile che un blog di poche pagine, non aggiornato da luglio 2009, e con pochissimi link in entrata ( 9 link esterni per tutto il sito, secondo Yahoo Explorer ) esca per una chiave competitiva e generica come “motori di ricerca”, tema oltretutto attorno al quale si cimentano i migliori esperti in posizionamento ?

Il motivo principale sta nel fatto che uno dei domini a cui risponde questo sito è MotoriDiRicerca.info, dominio registrato da diversi anni durante i quali è stato online con una paginetta e qualche link, prima di diventare NonSoloSeo.com, con tanto di Redirect 301.
E’ la procedura che si segue quando si vuole cambiare nome (e quindi dominio) ad un sito: si imposta un redirect 301 da ogni pagina del vecchio dominio a quella stessa pagina sul nuovo dominio. Se google era arrivato a “fidarsi” sufficientemente del vecchio dominio il sito continuerà ad usufruire di quel bonus di rilevanza per le keyword contenute anche nel vecchio dominio, che ha il suo massimo effetto quando la keyword ricercata è un “exact match” del dominio.

Questo blog quindi, agli occhi di Google, è come se fosse anche “www.motoridiricerca.info” e viene premiato nei risultati quando la ricerca corrisponde esattamente al nome a dominio, cioè è precisamente “motori di ricerca”.

A detta di molti SEO, l’ “exact match” del nome a dominio con la ricerca per la quale si intende primeggiare è ancora uno dei fattori che funzionano molto bene nel posizionamento di un sito. E’ interessante vedere però come funzioni benissimo anche in casi come questo, quando il dominio è ormai solo uno dei nomi “alternativi” del sito.  A mio parere in realtà funziona anche troppo bene, premiando oltremisura dei siti il cui merito è sopratutto quello di avere il dominio giusto. Per questo cercherò di non prendermela troppo (almeno per quanto riguarda questo blog 😉 ) quando Google deciderà di togliere un po’ di peso alla “forza del dominio”.

"motori di ricerca" su Google.it: seconda pagina, NonSoloSeo 13°

"motori di ricerca" su Google.it: NonSoloSeo 13°