StefanoRomeo.com – Finally!

Un post breve, brevissimo….. per festeggiare il nuovo cambio di nome del Blog!
www.StefanoRomeo.com dopo 2-3 anni, e’ stato fatto scadere dagli indiani burloni che lo avevano registrato magari sperando glielo comprassi. Eh, i problemi ad avere una fama di domainer…

Stavolta mi son affidato al backorder di Godaddy, che non ne cattura mai uno di domini se c’e’ concorenza (e d’altra parte costa poco…)  ma in questo caso immaginavo di essere più o meno l’unico interessato. :-)

A questo punto il numero di domini che puntano a questo blog è ufficialmente piu’ alto del numero di articoli, e già questo la dice lunga 😀

Know how: Saper dove mettere le mani

(Post di Autocompiacimento)

L'importante è sapere dove colpire

L'importante è sapere dove colpire..

C’era una volta una grande fabbrica che fatturava tanti soldi e nel quale lavorava da tanti anni un anziano dipendente, che l’aveva vista crescere. Non sappiamo cosa producesse la nostra fabbrica, ma le sue complesse macchine dovevano girare sempre al massimo e il compito del nostro uomo era proprio di mantenerle sempre al top dell’efficienza.
Un giorno il proprietario della fabbrica decise che era l’ora di fare un salto di qualità e affidò la manutenzione dei propri macchinari ad una grande ditta specializzata, licenziando l’anziano dipendente.

Convinto che tutta la fabbrica avrebbe lavorato a maggior regime, l’imprenditore ci rimase molto male quando improvvisamente la macchina centrale per tutta la produzione si guastò.

La grande ditta di manutenzione inviò una equipe di tecnici attrezzatissimi, che però non riuscivano in alcun modo a far ripartire il macchinario. E la fabbrica perdeva milioni per ogni giorno in cui la produzione era ferma.

Vista la situazione il proprietario della fabbrica decise allora di provare a richiamare l’ex-dipendente, che nel frattempo si era messo in proprio. Al nostro tecnico non parve il vero di tornare nella sua vecchia fabbrica. Sotto gli occhi dell’imprenditore esaminò la macchina bloccata, guardò quali spie si erano accese, ascoltò il rumore che faceva quando cercava di attivarla. Poi prese un grosso martello e diede un unico colpo secco sopra una valvola. La macchina improvvisamente ripartì a pieni giri !

Immaginabile la felicità del proprietario e la soddisfazione del tecnico, che a quel punto emise la fattura relativa all’intervento. “Riparazione guasto macchina centrale: 10000 euro”. L’imprenditore guardò la nota spese con un po’ di sconcerto: ammontava quasi a quanto pagava prima un anno di stipendio del proprio ex-dipendente ! Dopotutto aveva solo dato una martellata e aveva risolto tutto in 10 minuti: gli chiese allora di giustificare la spesa. L’esperto tecnico rifece allora la propria fattura “Intervento e martellata alla macchina centrale – 10 euro. Sapere dove dare la martellata – 9990 euro”.

Instantempo: al traguardo!

E’ arrivato il 6 dicembre e tutti i SEO italiani stanno sbirciando i risultati di Google.it per vedere chi si è piazzato alle prime posizioni per Instantempo. Anche se mancano ancora alcune ore (la chiusura ufficiale è alle 12) possiamo dire che i vincitori sono il team polacco bhsf con la loro tecnica dichiaratamente “black hat”: sono solidamente rimasti al primo posto superando anche Instantempo.com e da subito sono sembrati irraggiunbili. Una bella rimonta è stata però quella di Instantempo attorno al quale si è radunato un gruppo di SEO italiani che lo ha sostenuto a suon di link e caratterizzato da una tecnica il più rispettosa possibile delle linee guida di Google (per quanto lo possa essere un SEO contest).

Adesso è tempo di analisi, perchè se c’è qualcosa a cui può servire una gara fra SEO oltre a divertirsi e far vedere quanto si è bravi, è avere indicazioni di ciò che ha funzionato nel posizionarsi fra i primi risultati. Se ne parlerà approfonditamente al V Convegno GT a Riccione il prossimo fine settimana, non mancherò e non vedo l’ora!